Ultimi articoli inseriti In treno
Ultimi articoli inseriti La vedova e il giudice
Ultimi articoli inseriti Come Noé
Ultimi articoli inseriti Come un fulmine
Ultimi articoli inseriti Lebbrosi

AGOSTO 2015 – Pellegrinaggio in Portogallo

port-2015-art

“Con noi chi vuole”, recita il motto del Portogallo. Abbiamo seguito san Francesco da La Verna ad Assisi: Antonio fu l’unico frate autorizzato dal poverello a studiare e insegnare. Era nato a Lisbona, negli anni del massimo splendore del Portogallo, terra di scopritori, di navigatori e di poeti (Pessoa, Saramago), terra in cui sorge uno dei santuari mariani più popolari al mondo, Fatima. Incroceremo, come sempre Storia (la colonizzazione, i templari, il terremoto, la decandeza), storie e la Storia della salvezza, secondo lo stile dei viaggi di Zaccheo.

Paolo Curtaz

Associazione Zaccheo – Portogallo

Dal 4 al 11 agosto 2015

Prenotazione

Inviare con e-mail alla segreteria la richiesta di iscrizione specificando: Nome e cognome Luogo e data di Indirizzo, indirizzo e-mail, recapito telefonico, codice Effettuare il bonifico di pagamento della caparra all’associazione Zaccheo seguendo le istruzioni più sotto riportate. Segreteria in orari serali (h19-21), festivi esclusi: Laura Cell 3386721421 email info@zaccheo.org nascita fiscale.

Quota di € 1250,00 non restituibile da inviare entro e non oltre il 31 maggio 2015 a:
Associazione Zaccheo – Cso Tassoni 34 – 10143 Torino attraverso bonifico bancario: codice IBAN IT49O0858736440000 020112195 causale: Portogallo 2015.
Inviate alla segreteria una comunicazione di bonifico effettuato. Sistemazione in camera singola: sovrapprezzo di 240€ da pagare con bonifico bancario. L’opzione per camera singola deve essere specificata al momento della prenotazione. I single che volessero risparmiare al momento dell’iscrizione devono dare la disponibilità a condividere la camera con un’altra persona. Questa richiesta sarà soddisfatta nel limite del possibile, in relazione al numero delle richieste stesse.

Programma

1º giorno

Arrivo all’aeroporto di Lisbona, incontro con la guida e sistemazione nel pullman GT riservato. Partenza quindi verso Nord per Caldas da Raínha, luogo che deve la prosperità soprattutto alle cure termali, alla coltivazione della frutta e alla produzione della tipica ceramica locale a forma di verdure, frutta e crostacei che riempiono le vetrine dei negozi in Rua da Liberdade. Sistemazione in hotel, cena e pernottamento.

2º giorno

Prima colazione in hotel. Al mattino si parte per Óbidos. Visita a piedi del borgo medievale di questo affascinante paesino da cartolina, amato dai turisti, circondato da un imponente giro di mura del secolo XII. Sosta in un tipico bar per l’assaggio facoltativo di una ginjinha (liquore a base di visciola), prima di continuare per Nazaré, il più colorito villaggio di pescatori del paese. Salita al Sítio (belvedere con magnifica veduta panoramica sul luogo) e discesa quindi al centro. Breve tempo libero per una passeggiata lungo la spiaggia e pranzo in ristorante sul mare. Si riprende nel pomeriggio per la visita del Monastero di Santa Maria Victória a Batalha. Bellissima l’abbazia domenicana costruita nel 1388 per celebrare la vittoria di Joao I nella battaglia di Aljubarrota contro i castigliani. Al chiostro reale gli occhi gotici sono abbelliti da trafori manuelini che li rendono eleganti ed armonici (bellissimo il portale nel medesimo stile). Impareggiabili le Cappelle Incompiute, dal magico effetto di non finito… la porta verso l’infinito. Si procede poi per Coimbra, la graziosa città storica e sede universitaria di lunga tradizione. All’arrivo verrà effettuata la sistemazione in hotel. Cena e pernottamento.

3º giorno

Prima colazione in hotel. Mattinata dedicata a Coimbra, la graziosa città storica e sede universitaria di lunga tradizione, nota per le sue otto facoltà: lettere, psicologia, legge, scienze e tecnologia, medicina, economia, educazione fisica e farmacia. Inizio visite in cima alla collina con l’Università, che ospita la Biblioteca Joanina (una tra le più belle biblioteche al mondo, in stile barocco con soffitti e pareti affrescate ed arredata con splendidi mobili intarsiati), la Cappella di S. Miguel, il Carcere Accademico e la Sala dos Capelos (per le tesi). Dal complesso universitario nascono le stradine e vicoli che costituiscono il cuore della città alta e che portano alla città bassa, accanto al Ponte di Santa Clara, dove si svolge soprattutto l’attività cittadina. Sosta davanti al Monastero di Santa Cruz, dove il canonico agostiniano Fernando de Bulhões da Lisbona, diviene Antonio, oggi venerato come Sant’Antonio di Padova. Pranzo in ristorante e partenza per Guimarães, città denominata culla della nazione in quanto fu la prima capitale del regno portoghese e luogo natale del suo primo re: Afonso Henriques. Visita al centro storico intorno al Largo da Oliveira, che vanta numerosi monumenti tra i quali il Castello di S. Mamede e lo sfarzoso Palazzo Ducale, in stile gotico del secolo XV. Si riprende quindi per Porto, una città di un fascino insolito, di scorci storici e di sofisticati negozi, di facciate con brillanti piastrelle e panni appesi ad asciugare, di vivaci chiacchiere che riempiono le strade. Sistemazione in hotel, cena e pernottamento.

4º giorno

Prima colazione in hotel. Mattino dedicato a Porto. La parte moderna della città vive in perfetta simbiosi con la parte antica, dichiarata Patrimonio dell’Umanità nel ’96. Inizio a Ribeira (il quartiere della gente che si dedica al commercio fluviale), punto di partenza per visitare la Chiesa di S. Francisco, chiesa gotica nella cui l’elemento più sorprendente è l’interno settecentesco (per l’altare, le colonne e pilastri, i cherubini, le ghirlande, gli animali delle decorazioni e l’albero di Jesse di Sao sono stati usati più di 200kg di oro). Sosta davanti al Palazzo da Bolsa. Ove un tempo sorgeva il convento francescano, i mercanti hanno costruito la Borsa, con il Tribunale del Commercio (qui fu redatto il diritto mercantile di Porto) e la Sala Árabe (un salone con arabeschi blu e oro ispirati alla Allambra di Granada). Arrivo quindi in Avenida dos Aliados, un ampio viale ottocentesco sul quale si affacciano numerosi bar tradizionali, antiche cartolerie, librerie e negozi. Sosta alla Torre dei Clérigos (simbolo della città), opera in pietra, alta 75,60 metri, dall’architetto Niccolò Nasoni. Ancora degni di nota la Cattedrale (stupendo il rosone del XIII secolo sul fronte ovest), il Palazzo di Cristallo (con giardini e magnifici belvederi sulla città e sul fiume) e la Casa da Música (dal rinomato architetto olandese Rem Koolhaas). Attraversamento quindi del bellissimo Ponte Luís I che collega la città con Vila Nova de Gaia. Visita di una cantina caratteristica e assaggio, proprio là dove nasce, del pregiato Vino Porto. Rientro a Porto e pranzo in hotel. Partenza nel pomeriggio per Braga, la Bracara Augusta di Giulio Cesare, chiamata Roma portoghese per la ricchezza delle sue chiese. Visita panoramica del centro: la Piazza da República, la Torre di Menagem (rimasta dalle antiche fortificazioni del secolo XIV), la splendida Cattedrale, l’antico Palazzo Episcopale e gli immacolati giardini di Santa Bárbara. Salita al Monte do Bom Jesus, luogo noto per il Santuario del secolo XVIII, la monumentale scalinata barocca e la secolare funicolare idraulica. Rientro in hotel a Porto, cena e pernottamento.

5º giorno

Prima colazione in hotel. Partenza al mattino per Aveiro, una ridente cittadina intersecata da pittoreschi canali, nella cui vasta laguna i barcaioli spingono con la pertica le loro tipiche e colorate imbarcazioni a collo di cigno, dette Moliceiros. Breve sosta nella pittoresca Costa Nova per ammirare le casette dipinti a strisce di allegri colori che permettono ai pescatori di riconoscere la loro casa nella nebia, prima di proseguire per Fátima. Fu in questa pianura che la Vergine apparve ai tre pastorelli nel 13 maggio 1917. Lucia e i suoi cugini Jacinta e Francisco, videro apparire su un leccio una figura splendente che ordinò loro di ritornare all’albero lo stesso giorno per sei mesi e, nel 13 ottobre, i pellegrini all’albero con i bambini erano 70.000. Sistemazione in hotel e pranzo. Pomeriggio dedicato alla visita ai luoghi natali dei veggenti, alla Cappellina delle Apparizioni e al Santuario, luoghi di pellegrinaggio dove si vive intensamente la fede cattolica, visitati annualmente da oltre cinque milioni pellegrini. Visita quindi dell’esposizione Fátima Luce e Pace, che raccoglie migliaia di ex voto, tra i cui la coronna della Madonna con incastonato il proiettile che colpi S.S. il Papa Giovanni Paolo II nell’attentato del 13 maggio 1981 in Piazza S. Pietro. Rientro in hotel e cena. Partecipazione facoltativa al S. Rosario serale sul piazzale e alla suggestiva fiaccolata. Pernottamento.

6º giorno

Prima colazione in hotel. Ore 08:00, concelebrazione della S. Messa in italiano alla Cappellina delle Apparizioni. Mattinata interamente dedicata a Fátima. Tempo a disposizione per funzioni, Via Crucis, Lodi e visite di carattere individuale. Pranzo in hotel e partenza per Tomar, la città fondata nel 1157 da Gualdim Pais, primo Gran Maestro dell’Ordine dei Templari in Portogallo. Visita del centro storico, un fitto groviglio di stradine, dalla Rua Serpa Pinto (vivace via dei negozi) all’antico quartiere ebraico. All’interno del castello (secolo XII) che sovrasta la città, verrà visitato il Convento di Cristo, incontrastato simbolo del luogo con i suoi sette chiostri, la nota finestra in stile Manuelino e la chiesa a forma circolare e di dimensioni tali che, secondo la leggenda templare, permetteva ai cavalieri di assistere alla messa direttamente a cavallo, così da essere pronti a partire all’istante il cui loro intervento in aiuto della causa cristiana fosse necessario. Al termine si rientra in hotel a Fátima per la cena. Partecipazione facoltativa al S. Rosario serale sul piazzale e alla suggestiva fiaccolata. Pernottamento.

7º giorno

Prima colazione in hotel. Al mattino si parte per Lisbona. Nata dalle sette colline come racconta la leggenda, la città è divisa in bairros (quartieri), suddivisi in freguesias (parrocchie). Sono quattro i quartieri che, non delimitati da particolari confini amministrattivi, rappresentano le zone turistiche per eccellenza: Bairro Alto (città alta), Baixa (bassa), Belém (monumentale) e Alfama (il più antico). Inizio a Bairro Alto, conosciuto per i negozi e numerose tascas (osterie portoghesi a conduzione familiare). Dal giardino di S. Pedro de Alcântara (belvedere sul Castello di S. Jorge) si parte in passeggiata verso Chiado. Sosta alla Chiesa di S. Roque, la cui semplice facciata cela un interno straordinariamente ricco, come la cappella di S. Giovanni Battista, commissionata nel 1742 agli architetti Luigi Vanvitelli e Nicola Salvi. Cafézinho facoltativo al A Brasileira (bar che ricorda il rinomato scrittore Fernando Pessoa con una statua all’ingresso) e prosieguo per Rossio, nella Baixa Pombalina (dal Marchese di Pombal, a chi fu commissionata la ricostruzione di Lisbona nel dopo terremoto). L’eleganza del quartiere è sublime, dal boulevard Avenida da Liberdade alla piazza do Comércio, punto di partenza dei tipici ferry. Quindi si riprende per Belém, dove si ammirerano il Palazzo Reale (oggi Presidenziale), il Padrão (monumento alle Scoperte) e la Torre di Belém (Patrimonio Mondiale). Visita dell’imponente Monastero di Jerónimos (Patrimonio Mondiale), fatto costruire da Manuel I per celebrare il ritorno del navigatore portoghese Vasco da Gama, dopo aver scoperto la rotta maritima per l’India. Visita poi di Alfama, il cui nome deriva dall’arabo Al-hamma (bagni, fontane), quartiere antico quanto Lisbona. Spesso considerato quell’eterno per la sopravvivenza miracolosa al terremoto, per molti è il vero cuore della città e raccoglie senza dubbio la storia moresca del Portogallo, tra attrazioni storiche e tradizionali locali di Fado. Sosta alla Cattedrale (inconfondibile per le torri campanarie merlate e lo splendido rosone in stile romanico) e celebrazione della S. Messa alla Chiesa di Santo António (dove nacque il Santo). Discesa a piedi del quartiere lungo strade, piazzette e viuzze ricche di intensi profumi mediterranei, case di intensi colori quasi ammassate una sull’altra e caratteristici palazzi ricoperti da preziosi azulejos. Pranzo in ristorante in corso di visita. Sistemazione in hotel, cena e pernottamento.

8º giorno

Prima colazione in hotel. In tempo utile si parte per l’aeroporto di Lisbona. Assistenza nelle operazioni di imbarco e partenza per l’Italia.

  • Quota di partecipazione € 1.250,00
  • Supplemento singola €    240,00

La quota di partecipazione comprende:

  • Passaggio aereo con volo di linea TAP in classe economica;
  • Tasse aeroportuali alla data odierna;
  • Bus GT a disposizione per tutto il periodo in Portogallo;
  • Sistemazione in hotel 4*, in camere doppie con servizi privati;
  • Trattamento di pensione completa come da programma;
  • bevande ai pasti (½ acqua minerale + ¼ vino + caffè);
  • Guida/accompagnatrice parlante italiano per tutto il viaggio;
  • Ingressi: monastero di Batalha, università di Coimbra, chiesa di S. Francisco a Porto, convento a Tomar, monastero dos Jerominos a Lisbona;
  • Assaggio di vino Porto presso una cantina caratteristica a Vila Nova de Gaia;
  • Mance;
  • Assicurazione medico e bagaglio;
  • Accompagnamento spirituale

La quota di partecipazione non comprende:

  • Adeguamento del costo del trasporto aereo;
  • Adeguamento carburante e fuel surcharge;
  • Ingressi ai siti archeologici e culturali non menzionati o dovunque venga richiesto un diritto d’accesso;
  • Bevande non indicate, facchinaggi ed extra di ordine personale;
  • Tutto quanto non espressamente indicato ne “La quota di…comprende”.

Supplementi:

  • serata di Fado (spettacolo + folklore) € 36,00 (cena con bevande in locale tipico, spettacolo, tasse, bus per i trasferimenti)

Prenotazione

Inviare con e-mail alla segreteria la richiesta di iscrizione specificando: Nome e cognome Luogo e data di Indirizzo, indirizzo e-mail, recapito telefonico, codice Effettuare il bonifico di pagamento della caparra all’associazione Zaccheo seguendo le istruzioni più sotto riportate. Segreteria in orari serali (h19-21), festivi esclusi: Laura Cell 3386721421 email info@zaccheo.org nascita fiscale.

CHIUDI
CLOSE