Ultimi articoli inseriti Il Cristo
Ultimi articoli inseriti Miracolo a puntate
Ultimi articoli inseriti Lievito dei farisei
Ultimi articoli inseriti Nessun segno
Ultimi articoli inseriti Ciuf ciuf

Apparenza

In quel tempo, si riunirono attorno a Gesù i farisei e alcuni degli scribi, venuti da Gerusalemme. 
Avendo visto che alcuni dei suoi discepoli prendevano cibo con mani impure, cioè non lavate – i farisei infatti e tutti i Giudei non mangiano se non si sono lavati accuratamente le mani, attenendosi alla tradizione degli antichi e, tornando dal mercato, non mangiano senza aver fatto le abluzioni, e osservano molte altre cose per tradizione, come lavature di bicchieri, di stoviglie, di oggetti di rame e di letti –, quei farisei e scribi lo interrogarono: «Perché i tuoi discepoli non si comportano secondo la tradizione degli antichi, ma prendono cibo con mani impure?». 
Ed egli rispose loro: «Bene ha profetato Isaìa di voi, ipocriti, come sta scritto:
“Questo popolo mi onora con le labbra,
ma il suo cuore è lontano da me.
Invano mi rendono culto,
insegnando dottrine che sono precetti di uomini”.
Trascurando il comandamento di Dio, voi osservate la tradizione degli uomini». 
E diceva loro: «Siete veramente abili nel rifiutare il comandamento di Dio per osservare la vostra tradizione. Mosè infatti disse: “Onora tuo padre e tua madre”, e: “Chi maledice il padre o la madre sia messo a morte”. Voi invece dite: “Se uno dichiara al padre o alla madre: Ciò con cui dovrei aiutarti è korbàn, cioè offerta a Dio”, non gli consentite di fare più nulla per il padre o la madre. Così annullate la parola di Dio con la tradizione che avete tramandato voi. E di cose simili ne fate molte». Mt 7,1-13

Gesù si scontra frontalmente col modo di pensare molto devoto dei farisei. Fedeli zelanti e pieni di fede, niente affatto bigotti come a volte rischiamo di immaginarli, i farisei cercavano di vivere con grande scrupolo ogni piccola norma della Legge scritta e di quella orale. Convinti che solo nell’obbedienza ai comandi potevano essere graditi a Dio, impegnavano tutte le loro energie nel conoscere e rispettare i precetti del Signore. La salvezza, però, era un premio riservato solo a coloro che rispettavano tutti i comandamenti del Signore e, perciò, escludeva la stragrande maggioranza del popolo, preoccupato a mettere insieme di che sfamarsi. Gesù vive con intelligenza ed equilibrio le norme, distinguendo quelle che provengono da Dio da quelle che sono frutto dell’abitudine e della tradizione umana. Riconduce all’essenziale ogni norma, sapendo bene che Dio l’ha voluta per il bene dell’uomo e per la sua maggiore libertà, non per una soffocante prigionia spirituale. E non manca, il Signore, di sottolineare le storture e le contraddizioni di quei campioni della fede che, allora come, oggi, ricorrono a mille furberie per ingannare gli altri.

Category: Parole

Tags:

3 comments

  1. Forse Gesù lo sapeva, ma non ci è detto se i farisei, oltre a rispettare scrupolosamente tutte le norme (utilissime anche per la salute del corpo.pur se non si conoscevano ancora i germi), non rispettassero obblighi più importanti. Il rispetto delle regole non implica la mancanza di rispetto verso i principi!! Devo dire che i poveri farisei mi fanno un po’ pena, strapazzati così. A me sembrano brave persone, se non altro stanno a sentire Gesù, lo invitano a pranzo, non lo ignorano anche se sono logicamente spiazzati dai suoi insegnamenti
    Sono certo in po’ “selfconcious” l’aureola gli stringe un briciolo la testa, ma non mi paiono poi questi pozzi di veleno

  2. Noi siamo abituati ad apparire, Gesù è abituato all’essenziale. Il Suo Insegnamento, ieri e anche per noi oggi è che le regole, vissute come tali senza la pratica della Carità non servono a niente; sono solo bicchieri di cristallo , piatti di porcellana, posate d’argento, lindi, perfetti, ma vuoti, senza cibo e senza bevanda.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Article by: Paolo

Tutte le informazioni le puoi trovare in questa pagina. Se ti servono alcune fotografie per locandine o depliant, le puoi trovare qui
CHIUDI
CLOSE