Ultimi articoli inseriti Tisane
Ultimi articoli inseriti Il segno di Giona
Ultimi articoli inseriti Santi e peccatori
Ultimi articoli inseriti L’uomo forte
Ultimi articoli inseriti Chi di voi?

Il capo di cenere

In quel tempo, Gesù si mise a rimproverare le città nelle quali era avvenuta la maggior parte dei suoi prodigi, perché non si erano convertite: 
«Guai a te, Corazìn! Guai a te, Betsàida! Perché, se a Tiro e a Sidòne fossero avvenuti i prodigi che ci sono stati in mezzo a voi, già da tempo esse, vestite di sacco e cosparse di cenere, si sarebbero convertite. Ebbene, io vi dico: nel giorno del giudizio, Tiro e Sidòne saranno trattate meno duramente di voi. 
E tu, Cafàrnao, sarai forse innalzata fino al cielo? Fino agli inferi precipiterai! Perché, se a Sòdoma fossero avvenuti i prodigi che ci sono stati in mezzo a te, oggi essa esisterebbe ancora! Ebbene, io vi dico: nel giorno del giudizio, la terra di Sòdoma sarà trattata meno duramente di te!». Mt 11,20-24

Il rischio c’è, non scherziamo. Lo vedo da me, nella mia vita di evangelizzatore, di studioso della Parola. Da anni frequento il Signore, il vangelo è diventato il mio cibo quotidiano. E molti fra voi lettori, immagino, sentono di appartenere alla Chiesa, si sforzano di vivere alla luce della Parola, prestano servizio in qualche luogo nella comunità. Ma il rischio di sentirsi “a posto”, arrivati, sistemati, ci colpisce tutti. Come colpisce una coppia che si è assuefatta al proprio amore. Come chi dà per scontata l’amicizia di lunga data. E invece… L’amore non coltivato, muore. L’amicizia non rinsaldata diventa stanca ed inutile. La fede che non sa meravigliarsi, invecchia. Gesù è addolorato dalla superficialità con cui viene trattato dai suoi correligionari. Certi della propria salvezza, non sanno che farsene di un ennesimo profeta, soprattutto ora che c’è il tempio… Gesù, scosso, propone come modello le città pagane che, al richiamo dei profeti, seppero convertirsi. Attenti a noi, allora, non diamo per scontata la salvezza, non pensiamo che il dono di Dio ci sia dovuto. Continuiamo a convertirci!

Category: Parole

Tags:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Article by: Paolo

Tutte le informazioni le puoi trovare in questa pagina. Se ti servono alcune fotografie per locandine o depliant, le puoi trovare qui
CHIUDI
CLOSE