Ultimi articoli inseriti Settanta volte sette
Ultimi articoli inseriti Assunta in cielo
Ultimi articoli inseriti Diventare bambini
Ultimi articoli inseriti La tassa del tempio
Ultimi articoli inseriti In alto

Amerai

In quel tempo, si avvicinò a Gesù uno degli scribi e gli domandò: «Qual è il primo di tutti i comandamenti?». 
Gesù rispose: «Il primo è: “Ascolta, Israele! Il Signore nostro Dio è l’unico Signore; amerai il Signore tuo Dio con tutto il tuo cuore e con tutta la tua anima, con tutta la tua mente e con tutta la tua forza”. Il secondo è questo: “Amerai il tuo prossimo come te stesso”. Non c’è altro comandamento più grande di questi». 
Lo scriba gli disse: «Hai detto bene, Maestro, e secondo verità, che Egli è unico e non vi è altri all’infuori di lui; amarlo con tutto il cuore, con tutta l’intelligenza e con tutta la forza e amare il prossimo come se stesso vale più di tutti gli olocausti e i sacrifici». 
Vedendo che egli aveva risposto saggiamente, Gesù gli disse: «Non sei lontano dal regno di Dio». 
E nessuno aveva più il coraggio di interrogarlo. 

Mc 12,28b-34

Noi credenti amiamo complicarci la vita, siamo sinceri. E rendere complesse le cose semplici. Così, forse pensiamo che le cose di Dio devono essere contorte e misteriose, e partoriamo fiumi di norme, di leggi, di leggine, attribuendole a Dio, tutto e sempre con una sola finalità: dimostrare a Dio che noi, modestia a parte, quelle leggi le rispettiamo. Abbastanza, insomma. Solo che, alla fine, le famose e liberanti parole date a Mosè da nove che erano (noi cristiani le abbiamo ampliate a dieci), erano diventate 613. I miztvoth, i precetti che ogni pio israelita era chiamato ad osservare. E la domanda posta a Gesù, sempre per metterlo i difficoltà, per mostrare a tutti che il falegname non è preparato come il dottore della Legge, era una delle classiche domande da accademia rabbinica. Gesù permette all’incauto e supponente dottore di esprimere la sua opinione. E risponde correttamente: tutta la Torà si sintetizza nell’amore accolto e donato. Solo che, come velatamente fa rimarcare Gesù, il rabbino è molto bravo nella teoria. Ma ancora piuttosto latente nella pratica. Evitiamo anche noi di fare certe figuracce!

Category: Parole

Tags:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Article by: Paolo

Tutte le informazioni le puoi trovare in questa pagina. Se ti servono alcune fotografie per locandine o depliant, le puoi trovare qui
CHIUDI
CLOSE