Ultimi articoli inseriti Ha molto amato
Ultimi articoli inseriti Capricci
Ultimi articoli inseriti Dico a te, alzati
Ultimi articoli inseriti Non disturbarti
Ultimi articoli inseriti L’addolorata

Gesù risorto

7 aprile 2018

Risorto al mattino, il primo giorno dopo il sabato, Gesù apparve prima a Maria di Màgdala, dalla quale aveva scacciato sette demòni. Questa andò ad annunciarlo a quanti erano stati con lui ed erano in lutto e in pianto. Ma essi, udito che era vivo e che era stato visto da lei, non credettero.
Dopo questo, apparve sotto altro aspetto a due di loro, mentre erano in cammino verso la campagna. Anch’essi ritornarono ad annunciarlo agli altri; ma non credettero neppure a loro.
Alla fine apparve anche agli Undici, mentre erano a tavola, e li rimproverò per la loro incredulità e durezza di cuore, perché non avevano creduto a quelli che lo avevano visto risorto. E disse loro: «Andate in tutto il mondo e proclamate il Vangelo a ogni creatura». Mc 16,9-15

Il Signore è risorto! Le donne cercano un crocefisso per imbalsamarlo ma lui è vivo e presente in mezzo a noi. Il vangelo di Marco si chiude con le donne intimorite che non dicono nulla, i versetti successivi sono un’aggiunta posteriore: qualcuno si è reso conto che la chiusura del vangelo era troppo brusca. Eppure Marco aveva le sue ragioni: non è evidente la resurrezione, non è scontata la fede. Ci vuole tutta la vita per prendere coscienza che Gesù è vivo. Luca stesso, nel racconto di Emmaus, ci dice che il racconto delle donne era parso agli apostoli come un vaneggiamento di donne emotivamente instabili. Non basta che qualcuno annunci la resurrezione di Cristo per convertire il proprio cuore! La fede è e resta una proposta, una testimonianza. Poi sta a noi fare il salto successivo. Qualche discepolo della seconda generazione, allora, ha pensato bene di aggiungere un finale che riassumesse le apparizioni del risorto raccontate dagli altri evangelisti, un riassunto da mandare a memoria. Dietro questo atteggiamento scorgo la preoccupazione di consegnare ai futuri discepoli, a noi, la testimonianza delle fede nel risorto. Splendido.

Category: Parole

Tags:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Article by: Paolo

Tutte le informazioni le puoi trovare in questa pagina. Se ti servono alcune fotografie per locandine o depliant, le puoi trovare qui
CHIUDI
CLOSE