Ultimi articoli inseriti Beelzebul
Ultimi articoli inseriti Fuori di testa
Ultimi articoli inseriti Li scelse
Ultimi articoli inseriti Una barca pronta
Ultimi articoli inseriti Stendi la mano!

Vino in otri nuovi

In quel tempo, i discepoli di Giovanni e i farisei stavano facendo un digiuno. Vennero da Gesù e gli dissero: «Perché i discepoli di Giovanni e i discepoli dei farisei digiunano, mentre i tuoi discepoli non digiunano?». 
Gesù disse loro: «Possono forse digiunare gli invitati a nozze, quando lo sposo è con loro? Finché hanno lo sposo con loro, non possono digiunare. Ma verranno giorni quando lo sposo sarà loro tolto: allora, in quel giorno, digiuneranno. 
Nessuno cuce un pezzo di stoffa grezza su un vestito vecchio; altrimenti il rattoppo nuovo porta via qualcosa alla stoffa vecchia e lo strappo diventa peggiore. E nessuno versa vino nuovo in otri vecchi, altrimenti il vino spaccherà gli otri, e si perdono vino e otri. Ma vino nuovo in otri nuovi!». Mc 2,18-22

 

È una festa di nozze l’incontro con il Signore Gesù, lasciate perdere tutte le idee su Dio e sulla religione che vi siete fatti finora. È una festa di nozze: non ha nulla a che vedere con le devozioni e le pratiche liturgiche ingessate e stanche di chi pensa a Dio come ad un blocco di granito. È uno sposo, il Signore Gesù, a chi verrebbe in mente di seguire una dieta durante un banchetto di nozze? È uno sposo: l’incontro con lui suscita gioia, entusiasmo, ebbrezza. Solo quando la percezione della sua presenza si affievolisce si ricorre al digiuno, solo quando la notte della prova smorza la gioia si ricorre alla disciplina e la nostalgia del Maestro diventa intollerabile dolore e brama un nuovo incontro. È uno sposo il Signore: avvicinarsi a lui con le consuete categorie religiose è come mettere del vino giovane in vecchie botti che rischiano di spaccarsi. E così accade alle nostre devozioni: quando il Signore si fa sentire tutto diventa piccolo e stretto, e ogni norma, ogni regola, fatta per dare una misura e un ordine alla ricerca di fede, lasciano spazio alla novità della sua presenza. Come un vestito nuovo che ci restituisce bellezza e dignità, così è l’incontro col Signore Gesù che cambia radicalmente il nostro essere e il nostro credere.

Category: Parole

Tags:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Article by: Paolo

Tutte le informazioni le puoi trovare in questa pagina. Se ti servono alcune fotografie per locandine o depliant, le puoi trovare qui
CHIUDI
CLOSE