Ultimi articoli inseriti Veglia Pasquale
Ultimi articoli inseriti Fuga
Ultimi articoli inseriti Follia divina
Ultimi articoli inseriti Io sono il pane di vita
Ultimi articoli inseriti Dacci questo pane

Taci esci da lui!

In quel tempo, Gesù, entrato di sabato nella sinagoga, [a Cafarnao,] insegnava. Ed erano stupìti del suo insegnamento: egli infatti insegnava loro come uno che ha autorità, e non come gli scribi. 
Ed ecco, nella loro sinagoga vi era un uomo posseduto da uno spirito impuro e cominciò a gridare, dicendo: «Che vuoi da noi, Gesù Nazareno? Sei venuto a rovinarci? Io so chi tu sei: il santo di Dio!». E Gesù gli ordinò severamente: «Taci! Esci da lui!». E lo spirito impuro, straziandolo e gridando forte, uscì da lui. 
Tutti furono presi da timore, tanto che si chiedevano a vicenda: «Che è mai questo? Un insegnamento nuovo, dato con autorità. Comanda persino agli spiriti impuri e gli obbediscono!». 
La sua fama si diffuse subito dovunque, in tutta la regione della Galilea. Mc 1,21b-28

Gesù comanda persino agli spiriti impuri che gli obbediscono. La folla è stordita, stupita, meravigliata non sa che pensare. Spiriti impuri che sono il pensiero osceno, violento, rabbioso che abita in ciascuno di noi e che non riguarda solo la sfera sessuale, ma la nostra coscienza. E lo spirito impuro è quello più difficile da dominare, da controllare, specie in un mondo, il nostro, che lo esalta come un pregio, che chiama gossip il pettegolezzo, attenuandone la portata devastante, che confonde lo sforzo con l’arroganza, che ignora l’audacia e premia la sfrontatezza. È il demone più difficile da controllare, quello impuro, che ci fa dare il peggio di noi stessi durante i litigi e che ci fa pensare male vedendo sempre e solo l’aspetto negativo degli altri, trascurando, invece, i propri difetti o minimizzandoli. Gesù comanda allo spirito impuro dell’uomo che prega in sinagoga: non basta la fede per preservarci dalla parte oscura di noi stessi. Ma, e questo stupisce, la frequentazione e la vicinanza del Maestro ci libera da ogni spirito impuro. L’evangelista Marco, ponendo questo primo miracolo all’inizio del ministero di Gesù, ammonisce le nostre comunità: è a partire dalla sinagoga che dobbiamo cacciare i demoni, è dall’interno della comunità dei credenti che deve iniziare la conversione al Regno. 

Category: Parole

Tags:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Article by: Paolo

Tutte le informazioni le puoi trovare in questa pagina. Se ti servono alcune fotografie per locandine o depliant, le puoi trovare qui
CHIUDI
CLOSE