Ultimi articoli inseriti Infine
Ultimi articoli inseriti Giovanni Battista
Ultimi articoli inseriti Sacro cuore
Ultimi articoli inseriti Padre Nostro
Ultimi articoli inseriti Ostentazioni

Il segno di Giona

In quel tempo, mentre le folle si accalcavano, Gesù cominciò a dire: 
«Questa generazione è una generazione malvagia; essa cerca un segno, ma non le sarà dato alcun segno, se non il segno di Giona. Poiché, come Giona fu un segno per quelli di Nìnive, così anche il Figlio dell’uomo lo sarà per questa generazione. 
Nel giorno del giudizio, la regina del Sud si alzerà contro gli uomini di questa generazione e li condannerà, perché ella venne dagli estremi confini della terra per ascoltare la sapienza di Salomone. Ed ecco, qui vi è uno più grande di Salomone. 
Nel giorno del giudizio, gli abitanti di Nìnive si alzeranno contro questa generazione e la condanneranno, perché essi alla predicazione di Giona si convertirono. Ed ecco, qui vi è uno più grande di Giona». Lc 11,29-32

Cerchiamo segni, perché nascondercelo? Siamo cristiani cattolici, ci professiamo tali eppure abbiamo sempre bisogno di certezze, di conferme. Come se la fede, invece, non avesse a che fare proprio col fidarsi, con l’avere fiducia. Invece no: come i contemporanei di Gesù abbiamo bisogno di conferme e corriamo dietro ai miracoli e alle apparizioni. Nella vita privata, poi, mettiamo alla prova Dio chiedendogli di manifestare la sua presenza esaudendo le nostre (a volte legittime) richieste. Dio se esisti fa’ che… e mi immagino il Signore intento ad appuntarsi tutto quello che deve fare… Gesù, oggi, ci invita a non andare dietro ai segni ma a valorizzare la sua presenza nelle cose che già esistono. Profeti come Giona ancora attraversano le nostre distratte città. Cristiani saggi come Salomone che dispensano consigli li possiamo ancora trovare (anche se con una certa fatica, a dire il vero…). Non abbiamo scusanti: abbiamo tutti gli strumenti per prendere sul serio l’invito a conversione che ci fa il buon Dio. Ben più di Giona e Salomone abbiamo qui: la presenza stessa del Signore Gesù nel segno della sua parola e dell’eucarestia!

Category: Parole

Tags:

2 comments

  1. ciao Paolo. oggi credo di aver afferrato qualcosa di questo Vangelo che mi suonava misterioso. Il segno di Giona. Due cose.
    Avevo creduto che fosse il segno dato a lui, Giona, il ragazzo, che era scappato di fronte alla chiamata, e poi rientrato in sé. In sé ma non ancora in Dio, se ancora attendeva di godersi lo spettacolo della distruzione di Ninive, ed ha avuto bisogno della lezione di misericordia dal Signore: guardati intorno tu soffri per l’assenza di una pianta di ricino..forse capisci quanto potrei soffrire io per una intera città di uomini..

  2. ma oggi ho letto meglio, e il segno di Giona è quello che danno gli abitanti di Ninive. Infatti Gesù li immagina “alzati” contro la generazione malvagia, per condannarli, proprio perché ne hanno titolo, essendosi convertiti alle parole di Giona.
    Gli hanno dato ascolto.
    Gli hanno creduto. Ad un ragazzo che annunciava un evento catastrofico. Immaginiamo noi e la nostra risposta. Noi e i nostri calcoli delle probabilità, verosimiglianza, opportunità, efficacia e sicurezza sul lavoro…
    E poi conta anche il come, anzi forse conta solo il come. Tutti, compresi i bambini, di certo innocenti. Tutti chiamati a riconoscere il male delle loro azioni! dare un nome alle cose non è il primo dovere..??
    tutti coinvolti, con umiltà, e magari senza capire granché, ad ammettere l’errore, lo sbaglio di mira, il limite, nessuno accusando l’altro, ma tutti sè stesso.
    Senso di incertezza improvviso, paura, angoscia, a cui hanno reagito non dando la colpa a Dio o al fratello. Che meraviglia. Che raro.
    Questo è il segno di Giona. Ascoltare per cambiare. Per lasciarsi cambiare. Ascoltare senza indurire il cuore.
    Ascoltare con cuore “polveroso”…l'”ascolto polveroso” è ascolto con amore, vero? che sceglie il perdono e l’amore, di fronte alle minacce..

    infatti….che bello che Gesù chiama “la regina del Sud” che va da Salomone…!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Article by: Paolo

Tutte le informazioni le puoi trovare in questa pagina. Se ti servono alcune fotografie per locandine o depliant, le puoi trovare qui
CHIUDI
CLOSE