Ultimi articoli inseriti Battaglie
Ultimi articoli inseriti Venite a me
Ultimi articoli inseriti Pecore perdute
Ultimi articoli inseriti Amici veri
Ultimi articoli inseriti Un piatto di pasta

Cresima e Spirito

La chiesa di periferia è stracolma, come accade solo in queste occasioni. Sei, settecento persone, più qualche centinaio fuori dalle porte che chiacchierano. I ragazzi, una sessantina, siedono ai banchi, uno a testa, insieme a famigliari e padrini. Un po’ di emozione, qualche papà che non mette piede in chiesa da un decennio, madrine che approfittano della platea per sfoggiare improbabili mise, dalla stola di visone (!) ai capelli viola e stivaloni bianchi stile Lady Gaga.

La celebrazione scivola via abbastanza liscia, bravi il parroco e il vescovo che gestiscono l’inusuale assemblea, quelle che fanno mettere le mani nei capelli dei devoti. Tant’è, anche questo è uno dei volti belli della Chiesa, popolare e accogliente.

La predica è finita. Inizia il rito.

Il vescovo chiede all’assemblea di tacere. Sono i cresimandi a rinnovare le promesse del battesimo.

Credete in Dio Padre onnipotente creatore del cielo e della terra?

Credo!

Non proprio un boato, ma mi stupisco della determinazione. E dell’intonazione delle voci acerbe degli adolescenti. Mi commuovo fino alle lacrime.

Non so se abbiano consapevolezza di quello che accade. Per molti, penso a mio figlio, la Cresima è soprattutto il regalo tanto atteso, giusto, ci mancherebbe. E non so nemmeno quanti saranno ancora qui domenica prossima. Ma non importa. La loro è una fede piccola, in crescita, liberi della libertà dei figli. Alcuni vivranno tutta la vita senza pensare a questo giorno. Altri, mistero dell’umana natura, dello splendore delle opportunità, saranno ricolmi di fede. 

Mi commuovo, davvero, mentre il vescovo ancora chiede, serioso, di scegliere.

E penso a loro, a noi, a me. A questa Chiesa che tratta i dodicenni come degli adulti, che chiede loro impegni seri, che si fida, che incoraggia, che osa. Cosa che il mondo non fa, cosa che noi adulti non facciamo.

A questa Chiesa che sa di essere piccolo e inadeguato strumento.

E che dona il Vangelo a tutti, che sparge il seme della Parola ovunque.

Sarà Dio a far crescere.

Category: Diario personale

Tags:

2 comments

  1. AUGURI!!!!
    In chiesa stamane non riuscivo a staccare le mani – proprio le mani – dal Lezionario, da Isaia 30, 19 – 26 che diceva un sacco di cose con cui dovevo prendere contatto….

    Anche se ci fa mangiare pane e acqua con sapori strani, come di afflizione e tribolazione, e ci picchia talvolta fino a qualche livido, da noi si aspetta solo la nostra supplica.
    Ma nostra. Non di qualcun altro, seppur carismatico o affascinante o solo potente o magari così pigro da nutrirsi delle nostre idee senza renderci liberi. Spogliarci di tutti gli influssi e condizionamenti.

    “A un TUO grido di supplica, ti farà grazia”.

    Ci vuole così tanta libertà per chiedere. Per riconoscere cosa manca e cosa vogliamo. E dire Aiutami non so cosa farci con questa bomba, vivo ogni giorno come se mi scoppiasse in mano.

    ” i tuoi occhi vedranno il tuo maestro”

    e penserai solo a percorrere la strada, senza perderti troppo a destra nè a sinistra, e non penserai più a quello che hai fatto o non fatto o fatto male, perché sarà il Signore e non tu a far germogliare i semi che hai piantato….e d’altronde, sempre oggi, Mt 10, 8 “gratuitamente avete ricevuto e gratuitamente date”

    e sarà la luce del sole!
    buona CONFERMA

  2. Nel terzo Mistero Glorioso si contempla “La discesa dello Spirito Santo su Maria Santissima e gli Apostoli riuniti nel Cenacolo! ”
    E a ogni Cresima mi piace rivivere quel momento speciale dell’attesa dello Spirito Santo che discende sui Credi mandi per confermarne la Fede. Un tempo il rito era celebrato a porte chiuse, per evocare appunto il momento in cui lo Spirito Santo viene nel Cenacolo a porte chiuse… Ricordi bellissimi ed emozionanti… che non si possono paragonare a nulla.
    Il mio Augurio per questi ragazzi e per tutti quelli che ricevono il Sacramento della Confermazione, è che possano restare nella Chiesa, senza disperdersi, ancorati a Cristo, con Fede Viva e Profonda. Preghiamo per loro e per tutti 🙏🙏🙏

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Article by: Paolo

Tutte le informazioni le puoi trovare in questa pagina.
Se ti servono alcune fotografie per locandine o depliant, le puoi trovare qui

CHIUDI
CLOSE