Ultimi articoli inseriti Donne del Vangelo
Ultimi articoli inseriti Levi
Ultimi articoli inseriti Liti e capricci
Ultimi articoli inseriti Vedova di naim
Ultimi articoli inseriti La fede del centurione

Un aiuto per l’Ecuador

Juan Carlos lo conosciamo bene, è venuto con noi in Turchia. E che dire di Matteo? Pardon, don Matteo Moretti? Lo abbiamo conosciuto docente universitario, appassionato evangelizzatore e Genova e ora anche lui missionario in Ecuador. 

La loro diocesi, Portoviejo, è stata l’epicentro di un terremoto, il 16 aprile scorso, sapevate?

Mille morti, forse, dodicimila case distrutte, la fragile economia basata sul turismo nella costa rasa al suolo insieme agli alberghi.

Un po’ come da noi, direte. Giusto, esatto. Ma in un paese che aveva appena investito tutto ciò che aveva nelle infrastrutture essenziali alla modernizzazione del paese. Rase al suolo anch’esse. Quindi, riassumiamo: terremoto uguale, distruzione uguale. Ma: niente protezione civile, né aiuti, né rimborsi. Zero, nulla, nada.

Juan Carlos e Matteo ci dicono di avere raggiunto a piedi villaggi della loro parrocchia in cui hanno sepolto i morti senza che nessuno del governo si facesse vivo. E anche le chiese, quasi tutte, sono rase al suolo. E un paradosso: gli aiuti che arrivano dai canali ufficiali dall’estero vengono requisiti dall’esercito che sceglie a  chi darli.

Si stanno muovendo in molti: protestanti, buddhisti (!), parrocchie nord-americane. E ora anche noi. Anch’io.

Nella parrocchia di Juan Carlos ci sono oltre 800 senza tetto. Da aprile. Vivono con dignità in alloggi di fortuna, fra poveri ci si aiuta, ma non basta. Il lavoro da camerieri e custodi degli alberghi non c’è più. Juan mi ha detto che un modulo abitativo da 30 metri quadrati in bamboo costa 2000 dollari.

Ecco la sfida: raccogliamo 2000 dollari, per una casa. O 4000, per due case. O un milione seicentomila dollari, e tutti hanno una casa.

Esagero, lo so, ma io inizio.

Qui un’offerta, scrivendo “Una casa per l’Ecuador”

Per l’estate prossima porteremo a Juan Carlos i denari.

Associazione Zaccheo, Corso Tassoni 34, 10143 Torino

  • IT49O0858736440000020112195, BCC valdostana
  • Conto corrente postale 97359103
  • Paypall: www.paypal.com/cgi-bin/webscr

Ecuador e Italia, quei terremoti che ci rendono vicini

 

 

Category: Diario personale

Tags:

One comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Article by: Paolo

Tutte le informazioni le puoi trovare in questa pagina. Se ti servono alcune fotografie per locandine o depliant, le puoi trovare qui
CHIUDI
CLOSE