Ultimi articoli inseriti In treno
Ultimi articoli inseriti La vedova e il giudice
Ultimi articoli inseriti Come Noé
Ultimi articoli inseriti Come un fulmine
Ultimi articoli inseriti Lebbrosi

Dio ha talmente amato

In quel tempo, Gesù disse a Nicodèmo: «Dio ha tanto amato il mondo da dare il Figlio unigenito, perché chiunque crede in lui non vada perduto, ma abbia la vita eterna. Dio, infatti, non ha mandato il Figlio nel mondo per condannare il mondo, ma perché il mondo sia salvato per mezzo di lui. Chi crede in lui non è condannato; ma chi non crede è già stato condannato, perché non ha creduto nel nome dell’unigenito Figlio di Dio.
E il giudizio è questo: la luce è venuta nel mondo, ma gli uomini hanno amato più le tenebre che la luce, perché le loro opere erano malvagie. Chiunque infatti fa il male, odia la luce, e non viene alla luce perché le sue opere non vengano riprovate. Invece chi fa la verità viene verso la luce, perché appaia chiaramente che le sue opere sono state fatte in Dio». Gv 3,16-21

Dio ha talmente amato il mondo da mandare suo figlio a salvare il mondo. Questa affermazione di Gesù raccolta da un tentennante Nicodemo, capo dei farisei, e riconsegnata ai discepoli, diventa la chiave di lettura del progetto divino sull’umanità. Il nostro Dio ama e salva, desidera la nostra felicità più di quanto noi stessi la sappiamo desiderare. Dobbiamo abbandonare la nostra piccina idea di un Dio severo pronto a coglierci in fallo. Gesù ha dimostrato con la sua predicazione e con la sua vita che il suo Dio è un padre/madre pieno di ogni tenerezza e compassione. Ma Dio non è nemmeno un bonaccione, un innocuo Babbo Natale che dà pacche sulle spalle. La vita è una cosa seria e la felicità un percorso che richiede fatica e costanza: la croce di Gesù testimonia, se ancora ce ne fosse bisogno, fino a che punto Dio è disposto ad amarci e a collaborare alla nostra gioia. Prendiamo molto sul serio il messaggio del Vangelo, siamo stati amati a caro prezzo: accogliamo la proposta di conversione del Signore, lasciamo che sia la sua Parola a guidare i nostri passi, ad orientare le nostre scelte. Oggi viviamo da salvati!

Category: Parole

Tags:

4 comments

  1. Nicodemo, capo dei Giudei, osservante della Legge, fariseo. riconosce, nelle opere che compie Gesù, la presenza di Dio, diversamente non potrebbe essere!
    Lo stesso, non comprende il significato di come si (ri)nasce dall’alto, predicato da Gesù, per entrare nel Regno!
    Nel nostro tempo, quando leggiamo il passo di Giovanmi, ancora risuona la stessa perplessità di Nicodemo, come si nasce nuovamente dall’alto ?

  2. “Dio Ha tanto amato il mondo da dare suo Figlio”. Ogni volta che leggo quest’espressione del vangelo, non posso fare a meno di domandarmi: Ma Dio che cosa ha visto di tanto amabile, nel mondo da dare suo Figlio? Non riesco a trovare la risposta. Il fatto, però, che Lui ami così, anche me, mi fa felice, mi riempie di gratitudine e mi sfida alla mia capacità d’amare. Grazie, Nicodemo per averci trasmesso questa rivelazione dell’amore del Dio di Gesù.

    1. In maniera semplicistica, io la vedo così: Dio è l’inquilino del piano di sopra, mentre il demonio è l’inquilino del piano di sotto. Pertanto, bisogna abbandonare le opere del diavolo per intraprendere le opere di Dio; bisogna, appunto, rinascere dall’alto, rinascere da Dio, morendo al peccato e a tutto ciò che rappresenta satana. “Ricomincio da tre” è il titolo di un famoso film di Massimo Troisi; anche noi, dunque ricominciamo da Tre: dal Padre, dal Figlio e dallo Spirito Santo.

    2. Dio ama il mondo perchè il mondo è suo; Lui ci ha fatti e noi siamo suoi. Per cui, non può permettere che il male distrugga il bene che Egli stesso ha creato, e per questo, è disposto anche a dare la vita. Può un padre, malvagio per quanto sia, abbandonare il proprio figlio distrutto dalle vicende della vita, dal peccato, dal male che egli stesso ha commesso? Non darà la propria vita in riscatto della vita del figlio? E se così facciamo noi uomini che buoni non siamo, ancor più ha fatto Dio che è Buono.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Article by: Paolo

Tutte le informazioni le puoi trovare in questa pagina.
Se ti servono alcune fotografie per locandine o depliant, le puoi trovare qui

CHIUDI
CLOSE