Ultimi articoli inseriti Levi
Ultimi articoli inseriti Liti e capricci
Ultimi articoli inseriti Vedova di naim
Ultimi articoli inseriti La fede del centurione
Ultimi articoli inseriti Uva dai rovi

Buone notizie

Voglio attendere. Davvero, sul serio.

Voglio vedere le buone notizie, vedere il Vangelo che si dipana intorno a me e in me.

Non voglio asfaltare il Natale, non voglio che sia un giorno che capita, non voglio spegnerlo.

Ho troppi natali alle spalle per non sapere che il rischio è quello dell’insignificanza, anche per noi discepoli, proprio per noi discepoli.

Siamo chiamati ad alzare lo sguardo, a vedere oltre il fango che ci sta travolgendo.

 

Certo, le divisioni nell’umanità sono forti, basta guardare la nostra squallida italietta, e anche nella Chiesa: secoli di incomprensioni e di arroganza hanno strappato la tunica intatta di Cristo. Ma l’abbraccio e le parole che abbiamo gustato durante la visita di Francesco a Instanbul, quel sorriso cordiale di Bartolomeo patriarca della Chiesa d’Oriente, i due fratelli, Pietro e Andrea, che vogliono riconciliarsi dopo quasi mille anni di separazione a me ha allagato il cuore.

Gli ostacoli ci sono ancora, soprattutto di ordine politico. Il successore di Andrea è patriarca della Chiesa più importante d’Oriente, ma che conta poche migliaia di fedeli e viene vista con sufficienza da altre Chiese autocefale come quella russa. Ma quell’abbraccio è la più bella cosa vista in questo splendido pontificato.

Per capire la portata di tale incontro approfondite qui:

http://vaticaninsider.lastampa.it/nel-mondo/dettaglio-articolo/articolo/francesco-turchia-37800/

 

Altra piccola traccia di luce di cui, ovviamente, non v’è traccia sui nostri quotidiani intenti a scoperchiare il vaso di Pandora della giunta capitolina è la ferma condanna del terrorismo e di quanto succede in Iraq e nel cosiddetto califfato dell’Is da parte di un convegno organizzato dall’Università di Al Azhar, il “Vaticano” dell’Islam, l’unica scuola autorizzata a formare gli imam nel mondo islamico, una specie di “Sant’Uffizio” musulmano il quale ha ribadito che chi perseguita un cristiano tradisce l’Islam. Questo è il vero volto dell’Islam, purtroppo poco ascoltato, che dobbiamo tenere a mente quando qualche politico o giornalista nostrano rispolvera ansie crociate. Il terrorismo va combattuto ma non ha nulla a che fare con l’Islam.

http://www.fides.org/it/news/56568-AFRICA_EGITTO_Conferenza_di_al_Azhar_chi_perseguita_i_cristiani_tradisce_l_islam#.VIP8L6SG_GI

 

Belle notizie, a saperle trovare.

 

Category: Cose di Chiesa

Tags:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Article by: Paolo

Tutte le informazioni le puoi trovare in questa pagina. Se ti servono alcune fotografie per locandine o depliant, le puoi trovare qui
CHIUDI
CLOSE