Ultimi articoli inseriti San Luca
Ultimi articoli inseriti Pattume
Ultimi articoli inseriti Giona
Ultimi articoli inseriti Bevi e divertiti
Ultimi articoli inseriti Grembo

Guida alpina

DSCN0597Ferragosto: l’inizio della fine dell’estate. Dalle mie parti questo giorno segna la fine della brevissima estate: dopo il 15, al primo temporale, la temperatura precipita e il lieve tepore dell’alta montagna lascia intravedere l’autunno incombente. Ma per noi il 15 agosto ha poco a che fare con la gita fuori porta, con l’inevitabile ripresa delle attività dopo la (breve) pausa estiva. Oggi è la festa di Mari assunta in cielo, la prima dei credenti, la prima tra i risorti.

È una festa antichissima che affonda le sue radici nella primitiva comunità cristiana. Perciò facciamo così fatica a descriverla. Noi crediamo, semplicemente, che Maria di Nazareth, la madre di Gesù, la prima dei discepoli, che ha allevato il figlio di Dio ed è stata presente alla croce e nella comunità radunata a Pentecoste, è stata assunta in cielo, presso il Padre, in corpo e anima. Detto questo cala il silenzio: come, dove, quando, in che senso, non ci è dato di sapere.La tradizione cristiana parla di questa come la festa della “Dormitio Marine”, l’addormentamento di Maria nelle braccia del Padre.Oggi diremmo: Maria è la prima dei risorti, la prima tra noi che ha conosciuto la totalità destino di ogni uomo. Ma la cosa che più mi intriga, e scusate se emerge la mia valdostanità, è il fatto che Maria è patrona delle guide alpine.

La ragione è poetica: Maria è salita in alto senza corde e piccozza.Carino, vero? Fa sorridere vedere le guide, omaccioni rudi e forti, formati alla fatica e alla prudenza, veri professionisti della montagna, intenerirsi davanti alla ragazzina di Nazareth.Qualche anno fa organizzammo il restauro della piccola statua posta in cima al Gran Paradiso. Per riportarla in vetta organizzammo un pellegrinaggio di alta quota. Rimasi impressionato dal fatto che la statua, imbracata, venne portata in vetta da una giovane guida, all’apparenza non proprio devoto, che non lasciò mai ai colleghi il peso ingombrante della statua, e se la portò sulle spalle per sei ore di ascensione senza battere ciglio. Lo guardavo con compassione: chissà quali sentimenti lo avevano spinto a fare quel gesto così pieno di fede e di affetto? Oggi, nelle comunità di montagna, le guide fanno benedire le piccozze e le corde, si affidano, con lo sguardo basso, un po’ imbarazzato, all’adolescente che divenne la madre di Dio. Mi piace che le guide cerchino una guida, mi piace che l’uomo riconosca il proprio limite e senta l’esigenza di affidarsi.

In montagna la guida è quella cosa che non serve a niente ma, se non c’è nel momento del bisogno, rischi seriamente di lasciarci la pellaccia.Anche in ascensioni relativamente semplici va sempre tutto bene; finchè non capita qualcosa.Allora emerge la stoffa della guida: rassicura, interviene, risolve, vede passaggi che nessuno sa vedere, annusa l’aria e sa dove portarti. Fino alla vetta.Come Maria, proprio come lei.Perché non prenderla come guida per la nostra vita spirituale?

Category: Santi

Tags:

147 comments

  1. @Lucia
    Lucia, tuo marito e la tua famiglia è stata anche nelle mie preghiere a messa.

    Ma ricordati che nella frase “Chiedete e vi sarà dato”, non c’e’ la parola : subito 😉

    Ciao

  2. Anche voi tutti siete stati nelle mie preghiere a messa,la cosa bella è stata che il sacerdote oggi ha pregato molto per la pace e dopo la comunione ci ha fatti recitare un’Ave Maria per affidarci a lei che bello sembrava quasi che avesse letto i nostri discorsi! Il Signore è onnipotente, Egli opera tutto ciò che vuole.
    Penso che questo blog gli piaccia, perchè ci sta riempendo di molti doni.

  3. Ciao Laura, scusami ti ho letto adesso, si stò meglio, la prima cosa che ho fatto quando mi hanno detto che potevo fare qualche piccola passeggiata è stata quella di andare a messa. Sai l’incidente è avvenuto di fronte alla chiesa che si trova a pochi metri da casa mia…

  4. @ Saulo
    la parola “subito”, l’ho eliminata dal mio vocabolario da molto, molto tempo….
    Però mi piace molto un’altro brano del vangelo Mt.15,21-28
    Non sarò la figlia di Israele, non sarò parte del popolo eletto, non conoscerò bene tutti i comandamenti, non appartengo a nessuna comunità che mi possa raccomandare,sarò sotto la tavola come i cagnolini..Ma so che in te posso avere fiducia,che tu sei troppo buono per lasciarti chiudere dalle divisioni degli uomini, hai occhi di graqnde amore per tutti, non c’è nessun muro che ti limita lo sguardo.Mi bastano le tue bricciole.Questa è la fede che mi interessa e che penso interessa tutti quanti voi, quella fede di chi sa di dipendere in tutto da Dio, di non avere nessuna pretesa.(spunti presi dalcommento di Domenico Sigalini)

  5. Cavolicchio e adesso come faccio a commentare a tutti?
    Boh … io inizio e poi vedremo. Allora

    @Lucia
    Ehi, ma perchè ti dai tanta pena per tuo marito in guerra con la Chiesa? Ti vuole bene, è generoso, è leale, è sincero, guarda prima agli altri che a sé, ecc. ecc.?
    Se sì, allora è già “cristiano” fatto e finito.
    Andare a Messa non è una garanzia di cristianità e neppure di essere persone con il Vangelo addosso.
    La Messa (anche questa) è sempre un’esigenza personale, è un dono che viene dato gratuitamente. Ci arriverà … non si sa quando, ma ci arriverà! Per ora prendi solamente la bellezza e la luce di una persona … il resto lo farà lo Spirito Santo.
    Onestamente preferisco di gran lunga persone come tuo marito che non altre che non appena varcata la porta della chiesa sono già pronte con i coltelli da ficcare nelle spalle altrui (sempre dietro però, mai davanti)… ma anche per questi ci sarebbe una parola di “comprensione”
    Ah! … E poi ammira cosa ti combinerà il Signore.

    @Saulo
    Saulo si racconta tanto anche quando commenta apparentemente in modo impersonale. Le parole, così come le mette, nei suoi discorsi sono piene di fuoco. Saulo di nome e di fatto direi 😀 … Scuuuusa Saulo … non voglio leggerti nel pensiero, ma questo è quello che vedo nelle tue parole. 😉

    @Saulo
    Eh … bella domanda la tua! (il perchè delle apparizioni di Maria)
    A parte il fatto che non è solo Maria che appare, ma ogni tanto una “capatina” la fà anche Gesù Cristo (almeno nella storia è stato così).
    Probabilmente Maria ha chiesto ed ottenuto di “dare una mano” a ‘sti figli oppressi, magari l’ha anche preteso (come a Cana appunto). Qualche dubbietto ce l’ho sulle apparizioni, ma non lo dico a nessuno (se non a preti) neppure sotto tortura … (:-) tranquillo sono dubbi belli).
    Sai un motivo potrebbe essere che Lei NON APPARE, ma C’E’, E’ QUI CON CORPO E ANIMA … SOLO CHE NON LA VEDIAMO BENE (pare che solo i bambini ci riescono), esattamente come GESU’ … solo che Lei essendo una Mamma ebbé ha un po’ più di premure.

    C’è anche da dire (e questo me lo sono sempre chiesta) come mai nella 1° comunità cristiana – da come è scritto neglli Atti degli Apostoli – c’era questo dialogo, presenza stretta e sensibile di Gesù e dello Spirito Santo, mentre ora … c’è il silenzio assoluto. Insomma, sarebbe per tutti abbastanza facile se il Signore ti appare, ti dice di fare questo o quello e poi farlo … chi potrebbe mai non farlo?
    Invece no … noi siamo qui pieni di dubbi e di domande sul “sarà bene o sarà male?”

    Poi, sui traditori. Uff! Non ha importanza se tradisci, l’importante è che capisci quello che hai fatto.
    Mi meraviglio sempre del fatto che non ci si chieda come mai ad un “traditore” (per di più, traditore per salvare sé stesso) è stata consegnata la Chiesa e la cura della Chiesa.
    C’è un grande motivo!!! Credo sia quello che un traditore pentito sino alle lacrime, è un ottimo compagno, è un’ottima guida perchè sa e conosce i limiti.
    Tra l’altro oltre che essere traditore, Pietro, non era neppure troppo sveglio, ancora di meno era istruito (così ce lo dipingono il mio grande Pietro!!!) ecc. ecc. … eppure …

    Ho solo accennato e probabilmente non ci capirete nulla … ma sarebbe lunghissimo il dicorso … Scusate la lungaggine e lo stufimento.

    Ci sono andata anch’io a Messa e … o 🙁 non arrabbiatevi, ma come ho messo i piedi in chiesa, mi sono spariti dalla testa tutti i pensieri … il vuoto assoluto. Ero lì è basta, tutta lì e basta. Io guardavo Lui e Lui guardava 🙂 spero … me. L’unica cosa è che ero seduta in mezzo tra la statua del Sacro Cuore di Gesù e la statua della Madonna di Fatima.

    scusate scusate scusate

  6. Brava Lidia, sei forte, un mega applauso per te!!!
    Concludo il tuo commento su Pietro, con la frase del vangelo di oggi ” Tutto è possbile a Dio”!! “Gli ultimi saranno i primi!!”(nel caso di Pietro traditore).

    Comunque mio marito non è proprio un gran problema perchè come dice lui ” tanto alla fine fa quello che gli dico io” .

  7. Scusami Lidia,
    non ho potuto continuare il mio dovere di mamma mi richiamava.I bambini: bisogna che ci occupa soprattutto di loro, quando tornano a casa.
    Buona serata a tutti.

  8. @Lucia
    … di generazione in generazione la sua misericordia si stende su quelli che lo temono…
    … ha innalzato gli umili …
    … ha ricolmato di beni gli affamati …

    Che strano il “si stende” è l’unico verbo al presente in tutto il Magnificat ….

    … Allora se fa quello che gli dici tu … è davvero una grande persona e c’è, ti garantisco che c’è nel cuore di Dio. Non dubitarlo mai

    ciao a tutti

  9. Ma che chiacchieroni siete stati oggi…Che bello! è un blog vitale veramente…Domani mi troverò ad Assisi dal mio grande amore francesco..Porterò ciascuno di voi in quella terra bellissima e soprattutto alla porziuncola..

  10. @Miriam
    … non sai i numeri che ho fatto per …

    @Lucia
    a proposito di Vangelo di oggi, c’è anche questa frase:

    In verità io vi dico: voi che mi avete seguito, quando il Figlio dell’uomo sarà seduto sul trono della sua gloria, alla rigenerazione del mondo

    Si parla di rigenerazione del mondo, quindi una ricreazione del mondo con una Terra Promessa che è la Gerusalemme celeste … quindi considerando (sarà un caso? 🙁 boh!) che la prima lettura dii questo periodo parla della liberazione di Israele dall’Egitto che viene portato nella terra prromessa, è probabile che NOI in questo momento siamo dentro questo viaggio nel deserto verso la Terra Promessa (quella che non conoscerà fine). A guardare cosa succede nel mondo non è che ci discostiamo di molto da quello che è successo ad Israele in questo viaggio …. Ed i segni di Dio ci sono sempre … oggi forse meno “effetti speciali”, ma sempre efficaci! O forse Dio ha cambiato strategia ed anzichè accompagnare un popolo come massa, lo conduce come singoli DENTRO una massa.
    E’ … è un’idea fai da te … ma non è male …

  11. @Saulo
    vi ho letti tutti stamattina e mi sono soffermata sul tuo post …
    la famiglia … da divorziata e risposata mi sono sempre chiesta se la mia famiglia fosse comunque benedetta. Mi chiedo spesso come Dio ci vede e se ha voglia di entrare anche nella mia casa e sostarci un po’.
    La preghiera in famiglia …. riesco abbastanza spesso a “portare” mio marito a Messa , ma la recita del rosario tra noi è lontana anni luce !
    Come vedi non ne va bene una ! Cosa posso fare ? Io vorrei essere vicina come mi viene detto , ma poi trovo sempre degli ostacoli … Vivo costantemente con questa sensazione di incompletezza .

  12. @Paola B.
    guarda che è una situazione comune a tutti … Non credere che!!!
    In famiglia ho dei parenti sposati dove lei è una cristianona di serie A, lui è un ateo di serie A+++++++ … Bene, lei va a Messa e lui la va a prendere all’uscita anche se deve solo percorrere 800 mt per arrivare a casa …

    Insistere troppo a volte è dannoso, credo che una buona moglie debba – come dire – intercedere presso il Signore … insomma fare un po’ la parte di Maria.
    L’unica cosa che ti posso dire è che nessuno, né marito, né figli, né ogni altro genere di affetto, nessun genere – anche – di rabbia mia per torti subiti dalla Chiesa può impedirmi di andare a Messa o anche solo in chiesa … costi quello che costi (e a volte il prezzo è stato altissimo)

    Dai, il bello del matrimonio cristiano è che in Cielo si va in due a costo di tirare su l’altro a calci. Tu credici, il resto lo fa la forza sacramentale che – ti garantisco – esiste.

  13. @lidia
    è proprio lì il nocciolo cara Lidia ! è che per me , per noi , non esiste nessuna forza sacramentale perchè io sono al secondo matrimio e quest’ultimo , purtroppo, è quello civile ! Certo nessuno mi ha imposto di divorziare e di risposarmi … avrei potuto fare altre scelte, ma non le ho fatte. Quindi se vuoi un po’ me la sono cercata! L’unica che mi fa uscire da questo pensiero negativo è mia figlia Francesca : se la vedo non riesco a pensare che la scelta sia stata sbagliata ! E’ una meraviglia ed è una gioia così grande che mi chiedo come non possa esserci stato lo “zampino” del Signore… per il resto vivo sempre con il dolore di non potermi accostare all’Eucarestia e con il dubbio che la mia famiglia venga riconosciuta e benedetta da Dio. Parlavamo di Maria e di averla come guida e come esempio. Io ci provo lo stesso nonostante tutto quanto soprascritto cara Lidia. La prego , La cerco , Le chiedo di intercedere per me quando non ho il coraggio di guardare direttamente il Crocifisso . E’ per me una grande forza altrimenti tutto il mio vivere sarebbe insopportabile !

  14. @Paola B.
    Scusaaaa, mi ero distratta e non avevo letto … che oca che sono!!!
    Ma … embè … esiste sempre la forza di quel Sacramento che si chiama Amore no?
    E quello nessuno te lo toglie, ma proprio nessuno!!!
    Tra l’altro è il motore di ogni Sacramento, la fonte ed il fine … quindi …

  15. @Paola B.
    Cara Paola,
    non ti nascondo che quando ho riportato quello che ci chiede Maria a Medjugorje, ho pensato a te ed altre che hanno dichiarato la loro situazione simile alla tua.

    Come dicevo nel mio commento, se la Madonna ci chiede molte volte di pregare per la famiglia, è evidente che corre un grosso pericolo.

    Ma lo possiamo vedere, con occhi aperti e mente libera da condizionamenti, anche noi.

    Vari settori della società stanno attentando questo nucleo fondamentale della vita sociale e per quale tornaconto ? Chi ci guadagna ?

    Per noi cristiani, uno solo : satana, l’oppositore, il tentatore.

    Gesù ha scelto di nascere in una famiglia terrena dell’epoca (ricordo che Maria e Giuseppe erano di fatto già sposati, o meglio promessi. Dovevano solo aspettare 1 anno per poter vivere insieme e procreare).

    Gesù non ha scelto di manifestarsi già adulto, trentenne, magari che spunta dal deserto, etc., ma ha voluto essere accolto, accudito ed educato da un padre ed una madre (meravigliosa la frase di Giuseppe nel film Nativity, quando dopo aver avuto l’angelo in sogno ed aver detto a Maria che l’avrebbe presa con se, dopo un po’ le confida …..: “chissà se potrò mai insegnargli qualcosa a questo figlio” …. Meraviglioso !!! Grande Giuseppe ! ).

    E non solo la famiglia satana sta attacando, ma anche la domenica (dies domini, altro strumento importante…), la libertà del culto cristiano, etc. (vi rinnovo l’attenzione su Luca 12:56 …)

    Sulla tua situazione personale non mi permetto assolutamente di entrare in merito.

    Due cose però mi sento di dirti:

    1) Maria chiama tutti FIGLI e tu come mamma sai bene come ci si comporta con uno/a in difficoltà 😉

    2) Gesù con Santa Faustina Kowalska, ci ha voluto far conoscere la sua INFINITA Misericordia a cui si può accedere con le condizioni che ha reso noto.

    Nei Vangeli Gesù perdona qualsiasi peccato, a patto di pentirsi e cercare (dico “cercare” perchè quante volte ci capita di reiterarlo…) con cuore sincero di non ripeterlo.

    Solo l’ipocrisia (e per questo richiamo ancora l’attenzione su Luca 12:56…) e il peccato contro lo Spirito Santo, non perdona.

    Detto questo però, condivido a pieno la scelta del Papa e del Magistero di non transigere e cedere sull’importante ruolo che ha il matrimonio.

  16. @Paola B.
    … e capisco la tua pena … ne ho parlato tante volte dei casi come i tuoi con “addetti ai lavori” …
    Prendi questo dolore come – forse – la più vera Eucarestia ricevuta. Il tuo desiderio così grande – sempre forse – non ha bisogno di un’Incarnazione in un pezzo di pane …

    Non vorrei scandalizzare nessuno, ma a volte penso che non è il Signore nell’Eucarestia che entra in noi, ma siamo noi che entriamo in Lui … ci assorbe fisicamente e di questo miracolo ce n’è solo Uno di autore, solo Uno che accoglie e solo Uno che ci desidera.

    Prendi questa sofferenza di un potente desiderio d’amore come un “dimorare nell’Eucarestia” …

    Questa è la mia preghiera per te e per chi è come te.

    Bacionissimi

  17. Miriam :Ma che chiacchieroni siete stati oggi…Che bello! è un blog vitale veramente…Domani mi troverò ad Assisi dal mio grande amore francesco..Porterò ciascuno di voi in quella terra bellissima e soprattutto alla porziuncola..

    Anche a me fai invidia di trovarti ad Assisi 🙂

    Ho avuto il privilegio, insieme ad un gruppo ristretto di giovani con cui ero, di poter pregare dentro la porziuncola, di sera, a chiesa chiusa, senza nessun altro.

    Avevo la pelle d’oca e i peli ritti, neanche fossi stato in un congelatore 🙂

    Bellissimo.

    Solo in una altro posto mi è capitato di sentire così forte la presenza, la Maestà di Dio: all’Abbazia di S. Antimo, vicino Montalcino.
    Chi passa da quelle parti (Toscana – Siena), consiglio caldamente di farci un salto. C’è l’ho sempre nel cuore.

    In fondo Miriam, Francesco e Maria si sono presi lo stesso compito : riparare la casa di Dio.
    L’unica differenza è che Francesco è stato mandato da Gesù, Maria Gli ha chiesto il permesso 😉

  18. @Paola B.
    Cara Paola, mi trovo nella tua situazione e ti capisco, provo come te quel senzo di incompletezza, di forte desiderio e profonda tristezza nel non poterLo ricevere…io mi sono trovata a pensare che sposarmi fosse l’unica cosa positiva che avessi fatto nella mia vita…e poi dopo la mia conversione avvenuta dopo…mi sono ritrovata a fare i conti con l’ennesima scelta sbagliata…ma insomma non ne imbrocco una!!! Mi sono arrabbiata con Lui a volte, gli ho chiesto perchè non fosse venuto prima da me, perchè ha aspettato che facessi certe scelte prima di chiamarmi… ma poi mi sono rasserenata, sono felice della mia famiglia, tristezze e dolori compresi, fanno parte della vita, nessuno ne è risparmiato, e l’importante è averLo trovato, e se mi trovo in una situazione un po particolare ci sarà pure un motivo! Posso solo accettare tutto perchè Lui è il senao di tutto, e offrirgli tutto… Possiamo sperare come ha detto Saulo nella Sua Misericordia…che non si ferma davanti ai nostri pasticci! 😉

  19. @Paola B.

    @laura
    Scusateci se siamo alle volte tanto maldestri….spesso parliamo senza renderci conto che esistono gli altri…e non è detto che tutti abbiano una storia come la nostra , una enorme fortuna come la nostra.Io non credo affatto di meritate colui che ho sposato, è meraviglioso e vive con me l’avventura di credere…Non è merito mio il mio martimonio fin qui riuscito,è un dono enorme.Se non uso e traffico tutto questo ben di Dio anche a vostro favore,a favore delle vostre particolari situazioni, sono proprio stolta.
    Mi è venuto da rabbrividire…come quando nei discorsi più comuni e tristi sento dire la frase :”dico questo , escludendo ovviamente i presenti…”Brrrr…..

  20. @SPINA
    Non devi scusarti di nulla, Spina! Anzi se scrivo della mia situazione è solo perchè so che ci sono altri nella mia stessa situazione, e vorrei far sapere loro che nonostante tutto non devono sentirsi esclusi, che una vita di fede è possibile anche in certe condizioni che sembrano opporsi decisamente…che l’amore del Signore è talmente grande che non possiamo immaginare…e non devono scoraggiarsi, ma avere fede!
    E’ vero, voi siete fortunati ad avere il dono di una famiglia che condivide la fede e momenti di preghiera…un sogno per me, ma la vostra fortuna non fa la mia sfortuna, se di fortuna vogliamo parlare…non è colpa vostra! Se mai delle mie scelte…ma al Signore tutto è possibile, anche servirsi di scelte sbagliate per raddrizzare il nostro cammino!

  21. @SPINA
    ma no Spina ! nessuna scusa ! anzi … parlo per me , ma credo che anche Laura la pensi allo stesso modo , l’avere qui e con voi la possibilità di parlare e di confrontarmi è una bella boccata d’ossigeno. E non solo . Siete una ricca fonte di “suggerimenti” che mi aiuteranno ad educare mia figlia, perchè dove c’è stato un mio fallimento , ci sia il suo successo.
    a me viene solo da dirvi GRAZIE !!

  22. Carissime sorelle…

    “se il tuo cuore non ti rimprovera nulla..!!!( impossibile!!!) va avanti con fiducia, ma se ti rimprovera qualcosa…( e’ la norma!!!) sappi che l’AMORE di DIo e’ superiore al tuo peccato–( se e’ peccato valutatelo voi… non altri!!.-.. illuminati dalla Parola… dal magistero… dalla vostra vita… dalla vostra coscienza)…. e poi …. affidiamo con amore ogni cosa … al Signore…\\\

    non esageriamo nel vederci …sempre nel peccato…!! il Diavolo e’ ben contento quando ci concentriamo sul nostro peccato , anziche’ sul SUO AMORE….

    formiamoci una coscienza retta il piu’ possibie… poi affidiamo ogni cosa a LUI … ricordando anche un po’ quanto diceva San paolo: …”so in chi ho creduto.”… nulla mi separera’ dall’Amore di Cristo…. ne’ vita ne’ morte ne’ presente ne’ futuro… ne’ angoscia( nemmeno quellla di un secondo matrimonio!!)..se possibile non vivetelo con angoscia… .-.sempre.-.. con senso di colpa.. -sempre- pensate che Dio voglia cio’???..( ho qualche dubbio)

    affidate tutto a LUi … che e’ Onnipotente soprattutto nel perdono e nella misericordia…. e ci ama sempre …. ( non certo xche’ ce lo meritiamo!!!! —in quanto in regola_.. no!!!

    e poi cerchiamo di star vicini a chi soffre… non facendoci giudici di ogni situazione …. ” problematica” ..\\\

    il Magistero della Chiesa ha un compito grande …coniugare la Verita’ con la Carita’…. cerca di far meglio che puo’….
    ma x noi (che magistero non siamo) valgono le parole di Gesu’ …. “non condannate x non esser condannati… con la misura con la quale misurate … sarete misurati voi”!!!!….

    molto chiaro il Signore.!!!!

    un abbraccio a voi laura …paola b. e chissa? quanti altri… un abbraccio puo’ rasserenare la vita!!! ciao… DIO VI BeNEDICA.

  23. sandro :… il Diavolo e’ ben contento quando ci concentriamo sul nostro peccato , anziche’ sul SUO AMORE…

    San Antonino, Arcivescovo di Firenze, un giorno si trovò il demonio accanto al confessionale. Subito gli chiese: “Che fai qui, brutta bestia?”.
    Il demonio rispose: “Vengo a restituire”.
    “Che cosa?” replicò il Santo.

    “Vengo a restituire la vergogna ai fedeli che stanno per confessarsi. L’ho loro tolta quando li ho istigati al male, affinché non paventando più il peccato, si decidessero a commetterlo. Adesso la restituisco affinché, arrossendo per quanto hanno fatto, si decidano a non manifestare le loro colpe”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Article by: Paolo

Tutte le informazioni le puoi trovare in questa pagina. Se ti servono alcune fotografie per locandine o depliant, le puoi trovare qui
CHIUDI
CLOSE